L'Italia nel piatto. Un viaggio culinario alla scoperta dei piatti e delle ricette più gustose della nostra penisola.

Crostata

Crostata

La crostata è un dolce classico della cucina italiana che si ritrova in diverse cucine regionali dal nord al sud della penisola. La crostata non è difficile da preparare se si sta attenti ad un paio di passi fondamentali, tra cui la lavorazione dell’impasto ed il suo tempo di riposo. Questa ricetta che vi consiglio è più o meno la stessa che utilizzava mio nonno Gino quando preparava la crostata per la merenda mia e di mia sorella quando eravamo piccoli.

Classico dei classici è la crostata di albicocche, ma potete sbizzarrirvi ed utilizzare la marmellata che volete, da quelle più classiche come quella di more o di fragole, a quelle più particolari di fichi, nettarine, gelsi o rabarbaro, delle assolute prelibatezze.

 

Gli ingredienti:

  • 300 gr. di farina
  • 100 gr. di burro
  • 100 gr. di zucchero
  • 2 uova (uno intero ed un tuorlo)
  • un pizzico di sale
  • un vasetto da 250 gr. di marmellata a piacere per farcire

 

La lavorazione dell’impasto

Mettete il burro fuori dal frigorifero un’oretta prima in modo che non sia né troppo duro né freddo. Mettete fuori dal frigo anche le uova così che saranno a temperatura ambiente quando le utilizzerete. Mescolate adesso la farina con lo zucchero e fate la caratteristica fontana sulla spianatoia con un “buco” al centro. Aggiungete le uova (uno intero ed un tuorlo), il burro ed un pizzico di sale. Impastate il tutto e lavoratelo almeno per una decina di minuti, fino a quando non si sarà formato un impasto omogeneo che non si disgrega. Quando l’impasto è pronto fate una palla e avvolgetelo nella pellicola trasparente, riponendolo in frigorifero a riposare per un’oretta.

La preparazione della base

Prendete una teglia rotonda o rettangolare, imburratela o rivestitela con carta da forno e mettetela da una parte. Tenete conto che questa quantità d’impasto è adatta per una teglia rettangolare di circa 30 centimetri x 20-22 o, se rotonda, di un diametro di circa 30-32 centimetri. Togliete l’impasto dal frigo, liberatelo dalla pellicola e mettetene da parte circa 1/3, richiudendo bene la pellicola affinché nel frattempo non secchi. Sulla spianatoia stendete i 2/3 della pasta rimasti con il mattarello leggermente infarinato, in modo che non attacchi, e rivestite la teglia fino al bordo (che dovrà essere alto circa un centimetro e mezzo). Ricoprite tutto il fondo della crostata con la marmellata senza lasciare spazi vuoti.

Icona PDF
SCARICA LA RICETTA

Il tocco finale

Stendete poi sulla spianatoia la pasta rimasta che avevate messo precedentemente da parte. Tagliate delle strisce con la rotella tagliapasta dentata della larghezza di circa un centimetro, posizionandole sull’impasto da lato a lato alla stessa distanza l’una dall’altra. Ripetete poi l’operazione nel senso opposto (prima mettendo le strisce in verticale e poi in orizzontale o viceversa), creando così la classica griglia che caratterizza la crostata. Se desiderate che la superficie della crostata sia brillante potete spennellarla con un tuorlo d’uovo sbattuto, ma questo passaggio non è strettamente necessario, dipende un po’ da come volete che appaia il dolce una volta uscito dal forno.

 crostata alla marmellata di nettarine

La cottura

Infornate in forno precedentemente riscaldato a 200 gradi e lasciate cuocere per circa 25 minuti o comunque fino a quando non avrà un bel colore dorato. Aspettate che si raffreddi prima di tagliarla.

 

 

Ti piace il nostro post? Condividilo con i tuoi amici!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *