L'Italia nel piatto. Un viaggio culinario alla scoperta dei piatti e delle ricette più gustose della nostra penisola.

Piselli alla fiorentina

Piselli alla fiorentina

Ingredienti per due-tre persone:

  • 400 gr. di piselli pesati già da sbucciati (se non trovate quelli freschi o non sono di stagione potete usare quelli surgelati)
  • 80 gr. di rigatino toscano o, in alternativa, di pancetta
  • 2 spicchi d’aglio
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 1 litro di brodo vegetale
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

 

Icona PDF
SCARICA LA RICETTA

Preparazione

Innanzitutto procedete alla preparazione del brodo vegetale, se non lo avete già pronto a portata di mano. Sbucciate e sgranate poi i piselli e metteteli da parte in una ciotola. Se utilizzate i piselli surgelati questa operazione, ovviamente, la salterete.

Tritate finemente l’aglio ed il prezzemolo, tagliate il rigatino a quadratini e soffriggete tutto insieme a fuoco basso per 4-5 di minuti in una padella con poco olio d’oliva (il grasso del rigatino fa sì che basti un filo d’olio per il soffritto).

piselli e pancetta

Quando il soffritto comincerà ad imbiondire aggiungete i piselli e rosolateli per 4-5 minuti a fuoco medio (per i piselli surgelati meglio un paio di minuti in più), dopodiché aggiungete un paio di ramaiolate di brodo e aggiustate di sale e pepe. Man mano che il brodo evapora aggiungetene di nuovo e cuocete a fuoco medio per una quarantina di minuti (se i piselli sono surgelati cinque minuti in più sicuramente non guasteranno).

Rigatino o pancetta: attenti al sale!

Il rigatino toscano, dalla sua caratteristica forma schiacciata e lunga, è un po’ più salato della pancetta, per cui, se utilizzate l’insaccato che prevede la ricetta originale toscana, state attenti a non esagerare con il sale. In alcuni casi io lo ometto completamente per evitare che i piselli, alla fine, risultino essere troppo salati. Prestate la stessa attenzione anche con il pepe, perché il rigatino è già molto pepato di suo.

piselli

Per saperne di più

Questo contorno tipicamente toscano si può abbinare tradizionalmente a diverse portate di carne ed è particolarmente adatto insieme all’ossobuco alla fiorentina. Come ricordato in altre ricette, vi sconsiglio di utilizzare i dadi al posto del brodo vegetale fresco, perché ne risentirà il sapore di tutto il piatto e dato che il brodo di verdure è così facile da preparare ne varrà assolutamente la pena (qui potete trovare la nostra ricetta per il brodo vegetale)!

Icona PDF
SCARICA LA RICETTA
Ti piace il nostro post? Condividilo con i tuoi amici!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *