L'Italia nel piatto. Un viaggio culinario alla scoperta dei piatti e delle ricette più gustose della nostra penisola.

Risotto ai Carciofi

Risotto ai Carciofi

Ciao a tutti! Finalmente è giunto il momento di presentarvi una nuova ricetta, partendo da un ortaggio di stagione che in questo periodo dell’anno si trova ovunque: il carciofo.

Ingredienti per due persone

  • 2-3 carciofi a seconda della grandezza (se si utilizzano le “mamme”, cioè il primo carciofo prodotto dalla pianta, ne basterà soltanto una)
  • 140 gr. di riso (carnaroli, vialone nano o altre varietà da risotto)
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 litro di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 noce di burro (circa 25-30 gr.)
  • 1 cucchiaio colmo di Parmigiano Reggiano o Grana Padano (circa 25-30 gr.)
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Cominciamo con i carciofi

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne e le spine, tagliateli a listarelle e soffriggeteli in una padella con un filo d’olio d’oliva. Nella foto qua sotto vedete i carciofi già puliti come dovrebbero apparire una volta fatta questa operazione. Considerate che per il mio risotto ho utilizzato i carciofi empolesi, i quali, come i carciofi sanminiatesi di cui sono parenti stretti, non hanno le spine e quindi la loro pulizia risulterà ancora più semplice.

Il carciofo empolese è una varietà locale molto apprezzata in passato, così come il carciofo sanminiatese (le due città, come alcuni i voi sanno, distano soltanto pochi chilometri), i quali venivano venduti principalmente sul mercato di Firenze e costituivano una delle fonti di reddito principale per le due comunità. Oggi la loro produzione è molto limitata ed è così anche difficile reperirli, se non nei vari mercati contadini locali.

carciofi puliti

Dopo un paio di minuti aggiungete un ramaiolo di brodo e fate cuocere a fuoco lento finchè il liquido non sarà evaporato, cioè per circa una decina di minuti.

Come preparare il risotto

A questo punto sbucciate la cipolla, tritatela finemente con la mezzaluna e soffriggetela un una padella. Quando comincerà ad imbiondire aggiungete il riso e tostatelo per 3-4 minuti, facendo attenzione che non attacchi. A questo punto sfumate il tutto con il vino, fate evaporare e creaste nella padella due ramaioli di brode, aggiungendo poi anche i carciofi precedentemente preparati ed il prezzemolo tritato finemente.

Salate e pepate e fate cuocere a fuoco lento aggiungendo regolarmente del brodo a mano a mano che questo evaporerà.

L’ultimo ritocco

Quando il riso avrà raggiunto la giusta consistenza (ci vorranno almeno venticinque minuti, a seconda della varietà che avete utilizzato) togliete la padella dal fuoco ed aggiungete il burro ed il parmigiano mescolando energicamente, effettuando così la mantecatura.

risotto ai carciofi
Buon appetito!

Fatemi sapere se vi è piaciuta questa ricetta e quando sarete voi a fare questo risotto, fate una foto ed inviatecela o taggate con l’hashtag #pepolinoverde!

Ciao a tutti,

Filippo

Ti piace il nostro post? Condividilo con i tuoi amici!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *